Usare il Gantt

Twproject fornisce un editor grafico per Gantt facile da usare. Per entrare nel Gantt clicca sul bottone in testa alla WBS.

Gli utenti abituati a MS-Project troveranno l’editor del Gantt abbastanza comodo.
Detto questo ci sono molte differenze tra i due modelli di dati e i relativi comportamenti.

Il focus di Twproject è quello di catturare il lavoro svolto in tempo reale. Per fare questo abbiamo costruito uno strumento in grado di modellare situazioni in tempo reale che possono cambiare nel tempo. Questo è in contrasto con la metodologia tradizionale di project management dove i progetti sono definiti da subito in dettaglio – non realistico per la maggior parte delle situazioni lavorative.

Il modello usato da Twproject per definire l’albero del progetto, le date e gli stati sono diversi da quello del classico Gantt : i progetti possono essere in stato aperto oltre la loro data di scadenza, oppure possono essere sospesi anche all’interno della portata delle proprie date, e così via.
Anche gli automatismi dovuti dalle dipendenze sono stati in qualche modo semplificati.

Quando entri nell'editor del Gantt lo vedrai a partire dal nodo della WBS che stai navigando

Le tue modifiche nell’editor del Gantt saranno salvate solo quando clicchi sul pulsante “Salva”. In questo modo puoi “giocare”con l’albero senza modificare la struttura originale del progetto.

Pannello griglia

La vista dell’albero del progetto è divisa in due parti, separate da una linea verticale; questo separatore può essere trascinato a destra o sinistra a seconda di dove stai lavorando. La parte sinistra è il pannello testuale:

Le colonne possono essere espanse trascinandole, e tutti i contenuti (codice, nome, date e dipendenze) possono essere modificate cliccando nei singoli campi.

Il progetto può essere collassato e il sistema si ricorda la vista.
Gli stati del progetto possono essere modificati usando il pallino dello stato.

Le dipendenze possono essere introdotte semplicemente scrivendo il numero della riga nella colonna “Dip”. Puoi impostare dipendenze multiple separando i numeri delle righe con la virgola, inserendo “:” dopo il numero di riga si può inserire un lag.

Le funzionalità nella toolbar del Gantt sono le seguenti:

Annulla-ripristina: abbastanza chiaro 🙂
Inserisci sopra: inserisce un task “fratello” sopra quello corrente
Inserisci sotto: inserisce un task figlio sotto a quello corrente
De-rientra: trasforma il task corrente da task figlio a fratello
Indenta: trasforma il task corrente da fratello a figlio
Sposta su: sposta su il task corrente
Sposta giù: sposta giù il task corrente
Shrink: permette di ridurre la durata dei genitori al minimo
Elimina: elimina il task corrente
ToDo: permette di ineserire dei ToDo sulla riga su cui si ha il focus
Espandi/collassa: permette di espandere/collassare l’albero
Zoom +/-: cambia la scala del pannello del Gantt
Divisione: mostra griglia, mostra entrambi, mostra Gantt
Tavolozza: permette di vedere invece dei colori degli stati, i colori scelti per il progetto e ele fasi
Percorso: mostra il path critico
Stampa: stampa il Gantt del progetto corrente in formato PDF
Progress line: permette di visualizzare se le fasi sono avanti o indietro rispetto al previsto.

Workload: vedi sotto
Baselines: vedi sotto

Quando il task corrente è evidenziato, usa la tastiera per muoverlo su/giù, sinistra/destra, o eliminarlo premendo ctrl+[UP/DOWN/LEFT/RIGHT] oppure ctrl+[DEL].

Puoi creare o modificare assegnazioni cliccando sulla cella assegnazione:

Un micro editor del task è accessibile cliccando sul numero di riga:

Pannello Gantt

 

Nel pannello di destra, dove la durata del progetto è mostrata graficamente, puoi muovere le fasi nel tempo trascinandole, e tutte le dipendenze si muoveranno di conseguenza – se possibile.

Se ti soffermi con il mouse all’inizio o alla fine del progetto o fase, il cursore diventerà una freccia bi-direzionale e ti permetterà di trascinare la sata espandere / contrarre la durata. Tutte le dipendenze del progetto cambieranno ancora di conseguenza, se possibile.

Tutte le operazioni saranno controllate in base ai vincoli del progetto e eseguite solo se possibile. Se per esempio hai una milestone impostata, non sarà possibile muoverlo.

Dal pannello Gantt puoi creare dipendenze tra fasi trascinando i “pallini” su altre fasi, gli stati cambieranno di conseguenza.

Per creare figli del task, devi solo scrivere il loro nome nella colonna “nome”:

 

Poi puoi impostare l’inizio e la durata entrambi trascinando o scrivendo le date a mano.

Capacità delle risorse sul Gantt

Con il bottone del carico potete far calcolare al Gantt, per ogni risorsa assegnata, il loro carico, evidenziando in rosso quelle sovraccariche.

Accanto ad ogni nome troverete la percentuale di carico con, tra parentesi, il carico dato da quella specifica riga di Gantt e quello dato dagli altri progetti assegnati a quella risorsa.

In questo esempio Thomas, ha un carico complessivo del 114% dato per il 107% dalla riga “Prototyping” e il 7% da altri progetti a lui assegnati.

Grazie a questa informazione, semplicemente spostando le date, potrete ri-schedulare le attività riducendo il carico.

Cliccando  sull’icona a bacchetta magica vicino alla data fine il sistema vi suggerirà una data in cui entrambe le risorse risultino cariche meno del 100%.

Gantt Baselines

Alla sinistra del bottone “Salva” trovate una icona a forma di orologio che attiva lo slider per navigare le baselines.

Grazie a questo slider potrete visualizzare le date pianificate in principio per questo progetto e per le sue fasi.

 

Una barra semi-trasparente apparirà sotto ogni fase e sarà essa a muoversi mostrando i cambiamenti.