Il metodo iterativo nei progetti: non un’alternativa ma un’opportunità

metodo iterativo

La scelta di una metodologia iterativa di gestione del progetto è indispensabile per stare al passo con la domanda del mercato che cambia e muta sempre più velocemente.

C’è infatti bisogno di metodi – anche nel project management – che siano flessibili e si adattino alle evoluzioni del mercato.

L’agilità è fondamentale per mantenere un’organizzazione competitiva e redditizia e l’agilità inizia proprio con l’applicazione di un metodo iterativo.

Cosa significa metodo iterativo nei progetti?

L’approccio iterativo si concentra sulla fornitura di valore il più velocemente possibile (in maniera incrementale), piuttosto che tutto in una volta.

Un approccio iterativo significa che il processo di sviluppo del prodotto è suddiviso in più iterazioni o versioni esplicite, ognuna delle quali offre miglioramenti oggettivi o funzionalità aggiuntive.

L’approccio iterativo crea opportunità di valutazione e miglioramento costanti nel processo di sviluppo e durante un progetto.

E la bella notizia è che la progettazione di un approccio iterativo è tendenzialmente semplice e facile da implementare, indipendentemente dal contesto.

Il processo del metodo iterativo

A differenza del modello a cascata più tradizionale, che si concentra su un rigoroso processo graduale delle fasi di sviluppo, il modello iterativo è meglio pensato come un processo ciclico.

Dopo una fase di pianificazione iniziale, alcune fasi vengono ripetute più e più volte, con ogni completamento del ciclo che migliora in modo incrementale il risultato.

I miglioramenti possono essere rapidamente riconosciuti e implementati durante ogni iterazione, consentendo all’iterazione successiva di essere almeno marginalmente migliore dell’ultima.

Ecco più nel dettaglio come funziona ogni singola fase del metodo iterativo:

  • Pianificazione e requisiti: come con la maggior parte dei progetti di sviluppo, il primo passo è passare attraverso una fase di pianificazione iniziale per mappare le specifiche, stabilire i requisiti e in generale prepararsi per il lavoro vero e proprio.
  • Analisi e progettazione: una volta completata la pianificazione, qui avviene la fase di analisi e progettazione, in cui più nel dettaglio si suddivide il lavoro che si dovrà compiere nella fase.
  • Implementazione: la fase ha inizio seguendo tutta la documentazione redatta fino ad ora.
  • Test: una volta terminata la fase, si eseguono una serie di procedure di test per identificare e individuare potenziali bug o problemi che sono emersi.
  • Valutazione: è tempo di una valutazione approfondita dello sviluppo fino a questa fase. Ciò consente all’intero team, nonché ai clienti o ad altre parti esterne, di esaminare dove si trova il progetto, dove deve essere, cosa può o deve cambiare, ecc.

E ora arrivo il punto cruciale dell’intero modello iterativo: una volta raccolti i feedback del processo di valutazione della fase specifica, questi vengono riportati al livello di pianificazione, in cima alla lista, e il processo si ripete di nuovo.

Ed il processo si ripeterà fino a quando non ci saranno più ulteriori miglioramenti da apportare al prodotto.

Vantaggi del modello iterativo

I vantaggi del modello iterativo sono diversi e in questa fase li analizzeremo uno alla volta.

Controllo delle versioni intrinseco

Il modello iterativo assicura che le iterazioni più recenti siano versioni migliorate in modo incrementale delle iterazioni precedenti.

Inoltre, nel caso in cui una nuova iterazione interrompa fondamentalmente un sistema in modo catastrofico, un’iterazione precedente può essere implementata o “annullata” rapidamente e facilmente, con perdite minime.

Rapida inversione di tendenza

Sebbene possa sembrare che ogni fase del processo iterativo non sia poi così diversa dalle fasi di un modello più tradizionale, come il metodo a cascata, la peculiarità e utilità del metodo iterativo è che ogni fase può essere efficacemente ridotta in intervalli di tempo sempre più piccoli, a seconda delle necessità del progetto.

Anche se il passaggio iniziale di tutte le fasi può richiedere del tempo, ogni iterazione successiva sarà sempre più veloce. Ciò consentirà di ridurre il ciclo di vita di ogni nuova iterazione a pochi giorni o anche ore in alcuni casi.

Adatto per organizzazioni agili

Sebbene un processo graduale come il modello a cascata possa funzionare bene per grandi organizzazioni con centinaia di membri del team, il modello iterativo inizia davvero ad essere utile quando è nelle mani di un team più piccolo e più agile.

Un processo che segue il metodo iterativo può essere efficacemente eseguito da un numero di singoli membri del team. L’esecuzione potrà andare dalla pianificazione e progettazione fino all’implementazione e al test, con poca o nessuna necessità di feedback o assistenza esterni.

Identificazione e risposta precoci al rischio

Gestire ogni iterazione è più semplice che gestire l’intero progetto in una volta.

L’approccio iterativo consente ai team di sviluppo di affrontare i problemi nella fase iniziale senza richiedere al team di tornare sui propri passi.

Sperimentazione

La natura modificabile e ciclica del metodo iterativo consente ai team di testare nuove idee per i loro prodotti.

il metodo iterativo

Svantaggi del modello iterativo

Come in tutte le cose non ci sono solo aspetti positivi nell’applicazione di un metodo iterativo. Vediamo insieme quali svantaggi si possono verificare.

Costosi problemi in fase avanzata

Sebbene non sia necessariamente un problema per tutti i progetti, a causa della pianificazione iniziale minima, quando si utilizza un modello iterativo, è possibile che un problema imprevisto nella progettazione sorga in ritardo durante il progetto.

Risolvere questo imprevisto potrebbe avere effetti potenzialmente devastanti sui tempi e sui costi del progetto nel suo insieme. Potrebbe anche interessarti questo articolo su come creare un Budget di progetto.

Riparare all’imprevisto potrebbe richiedere una grande quantità di iterazioni future solo per risolvere questo singolo problema.

Maggiore pressione sul coinvolgimento degli utenti

Il modello a cascata enfatizza quasi tutto il coinvolgimento di utenti/clienti nelle fasi iniziali del progetto durante un breve periodo di tempo critico.

Differentemente il modello iterativo spesso richiede il coinvolgimento degli utenti durante l’intero processo.

Questo a volte è un punto sfavorevole, poiché, a seconda del progetto, ogni nuova iterazione potrà richiedere test e feedback da parte degli utenti per valutare correttamente le modifiche necessarie.

Feature Creep

Non solo il modello iterativo può richiedere un feedback praticamente continuo da parte degli utenti, ma questo può anche significare, intrinsecamente, che il progetto può essere soggetto a feature creep indesiderate.

Gli utenti sperimentano i cambiamenti in ogni iterazione e, di conseguenza, sono inclini a presentare costantemente nuove richieste per funzionalità da aggiungere alle versioni future.

Conclusioni

Per riassumere cos’è il metodo iterativo nei progetti: questo è semplicemente un modello del ciclo di vita dello sviluppo di un prodotto – output di un progetto – che funziona attraverso piccole iterazioni per garantire efficienza e alta qualità alla fine del lavoro.

Questo modello può essere un’ottima scelta nel caso di progetti di grandi dimensioni che devono incorporare feedback e rivedere progressivamente i risultati durante lo sviluppo piuttosto che verso la fine.

Se si segue correttamente il processo del metodo iterativo, ci si ritroverà con un ottimo prodotto che molto più probabilmente sarà in linea con le funzionalità ed i requisiti desiderati.

Nuovi obiettivi, un nuovo modo di lavorare.

Related Posts