Collaborazione nel team: un obiettivo da raggiungere

collaborazione nel team

La collaborazione nel team è una parte fondamentale per raggiungere il successo nel project management.

I luoghi di lavoro collaborativi vedono una forza lavoro più coinvolta, un aumento della fiducia e prestazioni migliorate.

Tuttavia, creare un ambiente collaborativo non è un’impresa semplice; vediamo quindi come farlo in questo articolo.

Che cos’è la collaborazione nel team?​

La collaborazione nel team consiste nel lavorare insieme come un gruppo coeso su un progetto per ottenere un risultato migliore di quello che potrebbe essere ottenuto individualmente.

Ciò implica il brainstorming, il pensiero creativo, lo scambio di abilità uniche, una visione più ampia per il raggiungimento di un obiettivo comune.

I membri del team si trovano a gestire carichi di lavoro mentre discutono idee, nuovi metodi o prospettive diverse per trovare soluzioni migliori.

Il conflitto diventa quindi parte integrante della collaborazione nel team poiché il punto di vista personale può essere messo in discussione.

La chiave sta nel possedere gli strumenti per gestire l’attrito in modo costruttivo e per muoversi tutti insieme verso la missione aziendale.

Inoltre, con sempre più aziende che si aprono al lavoro da remoto o ibrido, dare la priorità a una collaborazione efficace è più importante che mai.

Indipendentemente da dove si trovano i membri del team, una buona collaborazione è spesso l’ingrediente segreto alla base del successo di qualsiasi progetto.

8 suggerimenti per ottenere la collaborazione nel team

Ecco 8 suggerimenti per ottenere una collaborazione positiva nel team.

1.     Stabilire obiettivi comuni

È essenziale che tutti i membri del team siano allineati quando si tratta di obiettivi, in modo da agire in conformità con quella visione. Per farlo è necessario che i traguardi siano chiaramente comunicati, frequentemente ricordati e, se necessario, rivalutati.

2.     Stabilire chiare aspettative chiare

Una volta individuati gli obiettivi, i membri del team devono sapere quali sono i loro obblighi in modo che possano concentrarsi sull’esecuzione di questi compiti nel miglior modo possibile. Per farlo è necessario stabilire chiare aspettative e assegnare ruoli e responsabilità per non creare confusione. Inoltre, è importante che il project manager fornisca revisioni regolari delle prestazioni.

3.     Valutare i punti di forza individuali

Questo punto è collegato al precedente: sapendo qual è il punto di forza di ogni dipendente, sarà più facile capitalizzare, assegnare i giusti compiti e, di conseguenza, fare progressi come squadra. In questo modo il project manager può delegare in maniera ottimale i vari tasks. È bene anche che il team in generale conosca i punti di forza di ogni collega in modo che ognuno sappia a chi rivolgersi nel caso di un problema specifico.

4.     Incoraggiare nuove idee

La collaborazione nel team dovrebbe garantire un libero scambio di idee. Creando un ambiente favorevole e privo di giudizi, mostrerà ai dipendenti che tutti possono contribuire ai progressi senza paura. Il conflitto creativo deve essere ampiamente supportato. In questo modo la squadra avrà maggiori probabilità di trovare soluzioni migliori durante il dibattito.

5.     Delegare

Quando il project manager utilizza attivamente la delega, crea allo stesso tempo una piattaforma per la comunicazione aperta e la collaborazione. I dipendenti possono porre domande, creando così un ambiente di fiducia e più rilassato. Se i membri del team vedono che hanno la possibilità di avanzare nella loro carriera attraverso opportunità di gestione di progetti, saranno più motivati ​​e invogliati a vivere queste esperienze di apprendimento. L’azione della delega creerà quindi un canale per la comunicazione offrendo ai dipendenti la possibilità di lavorare insieme su progetti diversi e incrementare la fiducia tra di loro e verso il project manager.

6.     Feedback positivo

Il feedback positivo aumenta il morale e la motivazione dei dipendenti. Ogni volta che il project manager nota buoni esempi di collaborazione all’interno del team, dovrebbe prendersi il tempo di elogiarli. Come? Ad esempio, attraverso un’e-mail a tutti i dipendenti oppure menzionando questo comportamento durante una riunione.

7.     Team building

Trascorrere un po’ di tempo con i colleghi anche al di fuori dell’orario d’ufficio facendo altre attività può incrementare il legame e la collaborazione.  Le attività di team building sono perfette in questo senso, ma eventualmente anche organizzare un happy hour al termine della giornata lavorativa può avere effetti positivi. La cosa importante è non forzare questi eventi o organizzarli troppo spesso, in modo da garantire anche un buon equilibrio tra lavoro e vita privata.

la collaborazione nel team

8.     Usare gli strumenti di collaborazione giusti

Soprattutto nel caso di team ibridi o totalmente remoti, utilizzare il giusto strumento di collaborazione può fare la differenza. La tecnologia offre al giorno d’oggi una miriade di opzioni grazie ad app di messaggistica istantanea, di videoconferenza, ecc. Oltre a questi è anche fondamentale utilizzare il giusto software di project management che permetta a tutti di rimanere aggiornati sullo status del progetto e sugli incarichi in tempo reale.

Un Team collaborativo migliora l’Azienda

Costruire relazioni e fiducia, condividere feedback e comunicare chiaramente e regolarmente richiede tempo e fatica, ma i risultati a lungo termine ripagano del lavoro.

Si tratta di un investimento iniziale che aiuta a creare una solida base collaborativa che può avere un impatto positivo sul risultato finale.

I dati sono chiari: i team collaborativi sono team più produttivi e le aziende che lo sanno investono tempo e risorse nella creazione di ambienti favorevoli al lavoro di squadra.

Questi ambienti sono creativi, aperti e fiduciosi; sono inclusivi e lodano il contributo individuale verso obiettivi comuni; apprezzano la condivisione delle conoscenze e la trasparenza delle informazioni e investono negli strumenti e nella tecnologia che rendono possibile la collaborazione.

Una buona cooperazione sul posto di lavoro arricchisce l’esperienza dei dipendenti, creando un effetto domino di maggiore coinvolgimento, motivazione e innovazione collettiva.

Tuttavia, migliorare la collaborazione nel team non è un lavoro da parte di un solo uomo: ci vuole la squadra intera e gli sforzi di tutti i dipendenti per costruirla.

Collabora efficacemente con il tuo team.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *