Project Management in edilizia

il project management in edilizia

Oggigiorno, applicare il Project Management anche al settore Edile è una strada obbligata.

I progetti di costruzione evolvono e diventano sempre più strutturati con molte parti mobili e risorse eterogenee da gestire.

Inoltre, in ogni progetto di costruzione ci sono moltissime fasi da gestire, dalla progettazione alla pianificazione fino alla costruzione stessa. Questo vuol dire che gestire un progetto del genere richiede elevata tecnica, conoscenza e strumenti che permettano di concluderlo con successo.

Le tipologie di Progetti Edili

Anche in edilizia, quindi, è indispensabile utilizzare tecniche di project management specifiche che sovrintendono la pianificazione, il design e, naturalmente, la costruzione di un progetto dall’inizio alla fine.

Proviamo a capire meglio le specificità di questo settore e cominciamo dal comprendere come, nel settore dell’edilizia, possiamo distinguere sei diverse tipologie costruttive o ramificazioni che dir si voglia. Parliamo delle tipologie:

  • Agricola
  • Residenziale
  • Istituzionale
  • Commerciale
  • Industriale
  • Ambientale

Tali tipologie non sono comunque dei compartimenti stagni e ciò complica ulteriormente le cose. Stessi soggetti coinvolti in vari progetti, infatti, appartengono a differenti tipologie.
Si può spaziare dalle società di ingegneria e architettura, agli studi di progettazione, ma è altresì frequente trovare Imprese di costruzioni, professionisti del settore e società di facility management.

Project Management in edilizia: la scelta dell’impresa di costruzione

Non è un segreto che la gestione dei progetti di costruzione sia un compito abbastanza complicato.

Tutto inizia con il proprietario del progetto (committente) che si mette in contatto con gli appaltatori per chiedere preventivi. E’ anche possibile che lo stesso istituisca un concorso fra appaltatori per ricevere offerte.

Esistono due tipi di scenari che riguardano le offerte in campo edilizio:

  1. Offerta aperta: le offerte aperte sono inestricabilmente connesse a progetti e opere pubbliche. Si tratta di aste in cui qualsiasi imprenditore è invitato a fare la sua offerta. Un’offerta pubblica viene normalmente promossa e pubblicizzata apertamente.
  2. Offerta chiusa: i progetti privati si basano generalmente su offerte chiuse. Il proprietario del progetto in prima persona invia un invito ad un numero specifico di contraenti.

Dopo aver ricevuto tutti i preventivi, il proprietario passa alla selezione dell’appaltatore tramite uno dei seguenti tre metodi:

  1. Selezione dell’offerta più bassa: in tal caso, l’interesse principale è il prezzo. Il proprietario del progetto seleziona l’offerta più bassa dal punto di vista economico e procede con essa.
  2. Selezione basata sul valore: questo processo valuta sia le qualifiche che il prezzo dell’appaltatore. Il proprietario sceglie l’offerta più attraente sia in termini di qualità che di denaro.
  3. Selezione basata sulle qualifiche: il presente metodo viene adottato quando le qualifiche sono utilizzate come unico criterio per la selezione della società di gestione della costruzione.

Una volta scelta ufficialmente l’impresa di costruzione, il processo di offerta è finito ed è ora il momento di iniziare concretamente con il progetto.

Project Management in edilizia: l’avvio del progetto

In generale, ogni progetto ha un ciclo di vita standard, indipendentemente dalle sue caratteristiche speciali. Questa struttura potrebbe essere delineata in quattro fasi fondamentali:

  1. Iniziazione del progetto
  2. Fase di pianificazione
  3. Fase di esecuzione
  4. Fase di chiusura

Nella fare di iniziazione, vengono determinati l’obiettivo e la fattibilità del progetto.

Questa è una fase cruciale dell’intero processo, poiché può indicare se questo progetto è una buona opportunità oppure no.

Se necessario, viene condotto uno studio di fattibilità e in base ai risultati viene emessa una soluzione o un piano raccomandato.

Una volta deciso tutto, viene creato un documento di inizio progetto. Questo documento fornisce le basi per il piano di costruzione ed è uno degli artefatti più importanti nella gestione dei progetti.

Project Management in edilizia: la pianificazione

La fase di pianificazione del progetto è quella dove la squadra individua tutto il lavoro da fare.

La priorità principale, durante questa fase, è la pianificazione di tempi, costi e risorse per il progetto.

Sulla base di questi requisiti, il team sviluppa la strategia da seguire. Questo è anche noto come gestione dell’ambito.

Un altro documento importante che deve essere preparato a questo punto è una struttura di ripartizione del lavoro – o WBS -, una checklist che divide tutto il lavoro necessario in categorie più piccole e funzionali.

Non appena definiti budget, programma e lavoro, il progetto è quasi pronto per iniziare.

Il passo successivo di questa fase è l’analisi dei rischi. A questo punto, il team dovrebbe esaminare tutte le potenziali minacce per il progetto e trovare soluzioni solide.

Infine, è anche necessario un piano di comunicazione che stabilirà un flusso di informazioni efficiente tra gli stakeholder del progetto, il team ed il project manager.

Project Management in edilizia: l’esecuzione

Nella fase di esecuzione, il piano di gestione del progetto di costruzione viene messo finalmente in pratica, in esecuzione appunto.

Di norma, questa fase è divisa in due processi principali: l’esecuzione vera e propria ed il monitoraggio e il controllo.

Il team del progetto si assicura che vengano eseguite le attività richieste. Allo stesso tempo, i progressi vengono monitorati e le necessarie modifiche vengono apportate di conseguenza.

Di fatto, un project manager trascorre la maggior parte del tempo nella fase di monitoraggio e, a seconda delle informazioni che riceve, reindirizza le attività e mantiene così il controllo del progetto.

project management in edilizia

Project Management in edilizia: la chiusura

La fase finale del progetto rappresenta il suo completamento ufficiale.

Il project manager valuterà qui cosa è andato bene e cosa no. Il team conduce un rapporto sul progetto, calcola il budget finale e offre informazioni su eventuali attività rimaste incompiute.

Il rapporto del progetto, in combinazione con l’analisi dei potenziali fallimenti, costituirà un prezioso feedback per i futuri progetti di costruzione.

Il ruolo di un project manager nell’edilizia

Un project manager nell’edilizia è responsabile della pianificazione, del coordinamento, del bilancio e della supervisione dei progetti edili dall’inizio alla fine.

In breve, un responsabile del progetto di costruzione deve occuparsi di quanto segue:

  • Redigere un budget e negoziare le stime dei costi.
  • Organizzare gli orari di lavoro dei dipendenti e degli operai.
  • Scegliere il metodo di costruzione e le strategie più efficienti.
  • Rimanere in contatto con i clienti per questioni relative al lavoro o al budget.
  • Discutere di dettagli tecnici e contrattuali con lavoratori e altre parti interessate.
  • Tenere d’occhio il personale in costruzione sul posto.
  • Collaborare con specialisti dell’edilizia e delle costruzioni.

In conclusione, condurre un progetto di costruzione è uno sforzo davvero impegnativo, ma che per molti aspetti – almeno sulla carta – è similare a qualsiasi altro progetto.

Vi sono moltissimi parametri ed elementi che dovrebbero essere analizzati in modo esaustivo.

Ecco perché non solo il project manager deve essere specializzato in ambito edile ma questo deve potersi avvalere anche dei più moderni strumenti e tool di project management per l’edilizia.

Twproject è strutturato per supportare il settore Edile dall’inizio alla fine.

Grazie alla sua natura e struttura, Architetti e Costruttori, nonché Project Manager dedicati possono:

  • Tracciare lo stato di avanzamento dei progetti
  • Gestire il tempo di tutto il team
  • Registrare tutti i dati dei fornitori
  • Condividere file di progetto sul web in modo sicuro senza alcuna complicazione
  • Archiviare e condividere le concessioni edilizie
  • Scegliere se lasciare i dati nella propria internet oppure in un hosting remoto dedicato.

Insomma, Twproject è molto più che un software di Project management, è il luogo di gestione unico attraverso cui portare a termine i propri progetti.
Grazie alle caratteristiche specifiche. ed alla possibilità di sviluppare anche una versione enterprise il PM può realmente dedicarsi alla sua reale attività principale e portare a termine i progetti in ambito edile.

Gestisci i progetti di edilizia

Related Posts

I commenti sono chiusi.