La cultura aziendale come riferimento del project manager

la cultura aziendale

Una cultura aziendale forte modella i processi decisionali di un’organizzazione, guida le azioni così come il comportamento individuale di tutti i dipendenti.

Nella sua forma generale, la cultura aziendale comprende le credenze, le norme, i valori, gli atteggiamenti condivisi che permeano tutte le parti dell’organizzazione.

Questi modelli aiutano a fornire stabilità e coerenza all’organizzazione, ma una cultura forte può anche erigere barriere che ostacolano i risultati necessari per rimanere competitivi.

I project manager che non hanno consapevolezza della cultura aziendale possono essere limitati dai valori e dalle credenze della cultura di base dell’organizzazione.

Al contrario, i project leader consapevoli hanno un forte legame con la loro cultura aziendale, sono più adattabili, flessibili ed efficaci.

Ma cos’è la cultura aziendale?

Fondamentalmente, la cultura aziendale è la personalità dell’organizzazione.

La stessa persona, collocata in organizzazioni diverse, o anche in dipartimenti diversi della stessa organizzazione, agirebbe diversamente, perché una forte cultura aziendale crea ideali sociali che guidano il comportamento individuale.

La cultura aziendale è un mezzo attraverso il quale i messaggi su ciò che l’organizzazione rappresenta vengono trasmessi ai dipendenti e alle altre parti interessate.

Quando gli individui si impegnano nelle credenze dell’organizzazione, tali credenze vengono interiorizzate e i singoli membri le considerano come credenze personali.

Comprendere la cultura dell’organizzazione è quindi fondamentale per la realizzazione di progetti di successo.

Forze esterne e interne modellano la cultura aziendale che ha un impatto sui progetti.

La struttura, ad esempio, influenza la cultura.

Strutture rigide, formali e di controllo possono promuovere l’efficienza funzionale a spese dell’innovazione collaborativa.

Anche le azioni di leadership comunicano convinzioni, valori e ipotesi che contribuiscono alla cultura aziendale.

Alcuni leader incentivano e promuovono la competizione individuale e di gruppo, mentre altri leader incoraggiano a lavorare in modo collaborativo e sinergico.

Le misure di prestazione inoltre, svolgono un ruolo enorme nel determinare la cultura di un’organizzazione.

Che cosa viene misurato, se, ad esempio, profitti, ovvero risparmi sui costi, posizione rispetto alla concorrenza, ecc. anche questo fa parte della cultura aziendale.

Last but not least, anche le forze esterne danno forma alla cultura aziendale e sono molto potenti poiché le organizzazioni riflettono ideologie transnazionali, nazionali, regionali ed industriali.

Questi possono assumere la forma di religione, scienza, ideologie politiche e preoccupazioni ambientali.

Tutti questi elementi elencati influenzano quindi il modo in cui le persone percepiscono l’organizzazione e come si comportano all’interno di essa.

Cosa significa questo per il project manager?

I progetti hanno spesso un profondo impatto sull’organizzazione e, ovviamente, sulle persone al suo interno, soprattutto quelle che ci lavorano direttamente.

I progetti trasformano tutta o parte di un’organizzazione e per loro stessa natura creano cambiamenti nell’organizzazione in generale e/o nei singoli dipartimenti.

I project manager devono essere in grado di interagire con vari elementi subculturali all’interno della propria organizzazione e, se il caso, anche di quella del cliente, spesso anche contemporaneamente.

I project manager consapevoli delle differenze culturali possono evitare o ridurre al minimo i conflitti derivanti da errori di produttività o incomprensioni.

Le differenze possono sorgere a causa di problemi di comunicazione tra diverse culture aziendali.

È importante che il project manager compia quindi uno sforzo per parlare e ascoltare “diverse lingue” in modo da tenere conto di queste differenze.

Un giudizio ostinato e frettoloso che attribuisce barriere progettuali all’inflessibilità o alla caparbietà di un’altra persona può polarizzare le differenze, intensificare i conflitti e rendere molto difficile o quasi impossibile completare il progetto.

I progetti hanno una maggiore probabilità di successo quando:

  • Iniziano con la premessa che le organizzazioni sono sistemi sociali viventi.
  • Valutano, identificano, lavorano e si allineano con la cultura di base dell’organizzazione.
  • Sono legati direttamente alla strategia dell’organizzazione.
  • Sono allineati con iniziative di cultura e leadership.

I progetti considerati in linea con la cultura aziendale possono avere implementazioni più fluide e percentuali di successo più elevate rispetto ai progetti che sfidano queste norme culturali.

Inoltre, comprendere la cultura aziendale e il suo rapporto con il project management può aiutare le organizzazioni a capire quali progetti perseguire e quali invece non considerare.

cultura aziendale

La cultura Aziendale come elemento determinante

La cultura gioca forse il ruolo più importante nel determinare se l’organizzazione ha successo nell’esecuzione dei progetti o no.

Se un’organizzazione ha difficoltà a completare correttamente i progetti, non è possibile incolpare sempre i project manager.

Questi potrebbero stare lavorando in una cultura aziendale che non supporta i loro sforzi e fino a quando la cultura non cambierà, i project manager faranno costantemente fatica ad avere successo.

Ma, al contrario, una cultura aziendale positiva può incentivare il successo di un progetto.

Le organizzazioni e, di conseguenza, i team di progetto hanno personalità e sistemi di valori unici e un modo individuale per svolgere le attività per raggiungere successo.

Più un project manager capisce e accetta il concetto di cultura aziendale, più sarà efficace nell’ottenere supporto e guidare il progetto attraverso la miriade di labirinti organizzativi.

I project manager lavorano in genere all’interno della propria cultura aziendale di base con le sottoculture di altri dipartimenti – ad esempio: ricerca e sviluppo, marketing e vendite o produzione… ognuno con i propri “modi intrinseci di fare le cose qui per avere successo” – o dei clienti esterni.

Comprendere e parlare la lingua della cultura di riferimento è fondamentale per il successo del progetto.

Comunicare efficacemente con la cultura circostante può aiutare a sviluppare piani e strategie che saranno molto più probabilmente riconosciute e rispettate nel tempo, bypassando le pratiche che violano le credenze e i valori dell’organizzazione sia propria che esterna.

Questa è una parte importante dello sviluppo del team di progetto che permette anche di garantire un clima salutare durante il lavoro del team e l’impostazione di base per garantire il successo del progetto.

Vuoi saperne di più sull’app Twproject?

Una prova è meglio di mille parole.

Related Posts

I commenti sono chiusi.