Capacità di leadership del Project Manager: gli elementi chiave del ruolo

Capacità di leadership

La leadership di un progetto, spiegata in poche semplici parole, è l’atto di guidare una squadra verso il completamento di un progetto.

E’ ovvio che è una definizione semplicistica e che il vero significato di Leadership in un progetto è molto più di questo.

Si tratta di ottenere qualcosa fatto bene attraverso altre persone che, a loro volta, sono contente di averlo fatto.

La leadership è un’abilità soft; parte arte, parte scienza.

Si tratta di un argomento da cui tutti sono ossessionati, professionisti ed aziende.

Essa rappresenta un’importante – necessaria – qualità per un project manager.

La domanda che ci pongono è la seguente;

Tutti possono essere Leader? La leadership può essere appresa ed insegnata o si tratta di un talento innato?

Questo è ancora un punto su cui si discute.

Una cosa però è certa: la leadership di successo può essere monitorata e studiata.

Stili di leadership differenti

Se si analizza lo stile di gestione di chiunque si occupi di un progetto, si troveranno una miriade di modi in cui i project manager cercano di raggiungere gli obiettivi ed impostano il loro lavoro.

Gran parte di queste differenze si basano sulla personalità del professionista e intorno a quale stile di leadership gravitano.

Si è cercato di riprodurre graficamente queste differenze ed è così che è nata la Project Leadership Matrix che puoi vedere qui sotto.

Capacità di leadership

 

È uno strumento che dice che tipo di leader sei, e con questa conoscenza è possibile correggere o modificare la tecnica per diventare un leader migliore.

Una matrice divide la leadership in quattro tipi principali:

  1. Leadership reattiva delle persone;
  2. Gestione reattiva delle attività;
  3. Leadership proattiva delle persone;
  4. Gestione proattiva delle attività.

È improbabile che un project manager possa sentirsi perfettamente rappresentato da un unico quadrante.

E’ molto più reale che ogni Project Manager possa riconoscersi in un misto fra due o più stili di leadership.

Tuttavia, in generale, i migliori project manager sono quelli che enfatizzano uno stile di leadership proattivo.

È importante ricordare, per quanto possa sembrare ovvio, che le persone non equivalgono alle attività.

I manager sono spesso più a loro agio con processi e metodologie, piuttosto che con le persone.

Tuttavia, il lavoro non è svolto da automi e trattare il team, composto da persone in carne ed ossa, in modo astratto e freddo significa rischiare il disastro.

Ecco dove deve arrivare un’ottima leadership del progetto. Come leader, l’obiettivo è quello di ispirare e potenziare la squadra.

Pianificazione, monitoraggio e reporting sono sicuramente fondamentali per la costruzione di un progetto, ma il morale dei collaboratori può non essere quantificabile al pari delle pietre miliari su una linea temporale.

Come (da project manager) diventare un BUON project manager?

Sapere cosa significa una buona leadership di progetto porta all’inevitabile domanda.

Come si può applicare questo concetto alla realtà per diventare un buon project manager?

Gli aspetti che molti – ottimi – leader condividono sono i seguenti:

  1.  Mantengono il focus sull’obiettivo;
  2. Sono consapevoli;
  3. Creano soluzioni;
  4. Sono analisti;
  5. Sanno valutare i rischi;
  6. Sono in grado di generare un senso di urgenza quando necessario;
  7. Sono perspicaci;
  8. Promuovono la coesione fra collaboratori;
  9. Motivano il team;
  10. Raggiungono i risultati.

Questi rappresentano dieci pilastri sui quali è possibile costruire una buona leadership.

La leadership è difficile da insegnare attraverso libri, video e corsi.

Certamente si possono imparare le basi leggendo, ma la “pratica” sul lavoro è un’altra cosa.

Cosa dice la sesta edizione del PmBok sulla leadership?

Può essere più difficile gestire un team, ed in generale un progetto, attraverso la leadership piuttosto che l’autorità.

Di solito la leadership è però più efficace perché costruita sulla fiducia e sul rispetto.

La leadership è particolarmente importante all’inizio di un progetto per definire la visione, comunicarla al team ed iniziare appunto questa fondamentale relazione di fiducia e di rispetto.

Questo aiuta tutti i collaboratori a prendere parte agli obiettivi del progetto.

Le buone capacità di leadership manterranno i membri del gruppo ispirati e motivati a fare del loro meglio.

Per essere un project manager con buone capacità di leadership, è importante riconoscere le situazioni e selezionare l’azione appropriata.

Il PmBok riassume la leadership come:

  • Condurre i membri del team e gli stakeholder verso un obiettivo di progetto comune;
  • Fare le cose “attraverso” i membri del team di progetto;
  • Dirigere con rispetto e fiducia;
  • Comunicare, motivare e ispirare il team;
  • Mantenere la visione, la strategia e la comunicazione delle prestazioni del progetto;
  • Valutare le prestazioni del team di progetto.

La chiave sta nella comunicazione

Lo strumento più prezioso a disposizione di un project manager è una comunicazione chiara.

Comunicazione chiara sia con il team, sia con gli eventuali capi, sia con tutti gli stakeholder.

Questa qualità è probabilmente ciò che, prima di tutto il resto, caratterizza un buon leader.

La comunicazione non è solo un mezzo attraverso il quale si possono articolare bisogni e desideri ma, se utilizzata correttamente, trasmette chiaramente ai membri del team quali sono gli obiettivi attesi, i requisiti ed i limiti da rispettare.

Ciò permette a tutti di agire correttamente in modo autonomo.

Più i membri del team sanno, più possono agire autonomamente e fare le scelte giuste.

Per assicurarsi che le capacità di comunicazione siano chiare, si può seguire un semplice schema, applicabile sia alle comunicazioni scritte che a quelle parlate.

  • Per prima cosa bisogna essere avvincenti, in quanto il messaggio deve suscitare interesse e coinvolgimento in merito all’argomento.
  • In secondo luogo, bisogna essere persuasivi. Se non si è in grado di influenzare la persona con la quale stiamo comunicando, non si riuscirà a cambiare il suo modo di pensare o le sue abitudini.
  • Infine, bisogna essere potenti. Ciò significa che bisogna comunicare in modo efficace ed efficiente. La corretta risposta alla comunicazione dovrebbe essere l’azione.

La leadership per un project manager è un termine probabilmente facile da descrivere ma rappresenta un obiettivo da inseguire e provare a raggiungere per tutta la vita lavorativa.

Tu che tipo di leader sei?

Quali sono per te gli aspetti più difficili, in ambito di leadership, da mettere in pratica?

Raccontaci la tua esperienza.

Aumenta la tua capacità di leadership.

Related Posts

I commenti sono chiusi.